Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Certificato di destinazione urbanistica

  • Tipologia: Procedimento ad istanza di parte
Data di ultima modifica: 16.08.16

Descrizione

La materia relativa al certificato di destinazione urbanistica è regolata dai commi 2, 3 e 4 dell’articolo 30 del D.P.R. n.380 del 6.6.2001.

“2. Gli atti tra vivi, sia in forma pubblica sia in forma privata, aventi ad oggetto trasferimento o costituzione o scioglimento della comunione di diritti reali relativi a terreni sono nulli e non possono essere stipulati nè trascritti nei pubblici registri immobiliari ove agli atti stessi non sia allegato il certificato di destinazione urbanistica contenente le prescrizioni urbanistiche riguardanti l'area interessata. Le disposizioni di cui al presente comma non si applicano quando i terreni costituiscano pertinenze di edifici censiti nel nuovo catasto edilizio urbano, purché la superficie complessiva dell'area di pertinenza medesima sia inferiore a 5.000 metri quadrati.

3. Il certificato di destinazione urbanistica deve essere rilasciato dal dirigente o responsabile del competente ufficio comunale entro il termine perentorio di trenta giorni dalla presentazione della relativa domanda. Esso conserva validità per un anno dalla data di rilascio se, per dichiarazione dell'alienante o di uno dei condividenti, non siano intervenute modificazioni degli strumenti urbanistici.

4. In caso di mancato rilascio del suddetto certificato nel termine previsto, esso può essere sostituito da una dichiarazione dell'alienante o di uno dei condividenti attestante l'avvenuta presentazione della domanda, nonché la destinazione urbanistica dei terreni secondo gli strumenti urbanistici vigenti o adottati, ovvero l'inesistenza di questi ovvero la prescrizione, da parte .dello strumento urbanistico generale approvato, di strumenti attuativi.”

Cosa fare

Per ottenere il certificato di destinazione urbanistica occorre presentare ospedire per posta istanza in bollo all’Ufficio Protocollo, utilizzando il modulo predisposto dall’Ufficio comunale competente, e allegare una marca da bollo (nella misura vigente al momento del rilascio) da applicare sul certificato richiesto e ricevuta dei diritti di segreteria da pagare presso l’Ufficio Economato (i cui costi sono i seguenti : fino a n. 3 mappali:euro 20,00; ogni mappale in più fino a 10: euro 6.00; oltre 10 mappali: euro 51.65; urgenza per il rilascio del certificato dalla data del protocollo: euro 20.00). Nella richiesta vanno indicati il foglio di mappa e le particelle interessate e allegato un estratto catastale con evidenziate le particelle oggetto della richiesta. Se i terreni sono stati interessati da frazionamento o da concessioni edilizie o permessi a costruire, ecc., occorre indicare anche gli estremi del frazionamento e dei titoli edilizi.

 

Ufficio Protocollo - Sede Municipale Palazzo Gallone – aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 e il giovedì pomeriggio dalle ore 16 alle ore 18 – telefono 0833/777226 – 0833/777215

Ufficio Economato – Sede Municipale Palazzo Gallone – aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 e il giovedì pomeriggio dalle ore 16 alle ore 18 – telefono 0833/777206 – 0833/777214 – 0833/777213

 

Ufficio Comunale competente: Edilizia privata (S.U.E.) - Ed. Resid. Pubb.E.R.P. (E.R.P.) indirizzo:piazza Giuseppe Pisanelli - ex convento dei Domenicani - 1° piano Telefono:0833/777320 - 0833/777326

 

Responsabile del procedimento: Geom. Ferrari Luciano

Responsabile del provvedimento finale: Ing. Vito Ferramosca – Responsabile del Settore Assetto e Governo del Territorio.

 

Strumenti di tutela

Avverso il provvedimento rilasciato è consentito presentare ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale, o al Capo dello Stato, rispettivamente entro sessanta e centoventi giorni decorrenti dalla data del rilascio del certificato

Documentazione e modulistica

Altre informazioni e riferimenti

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina