Esercizio diritto di voto alle consultazioni elettorali per il rinnovo del Parlamento Europeo, nel comune italiano di residenza, da parte degli elettori dell'Unione Europea.

  • Tipologia: Procedimento ad istanza di parte
  • Termine procedimentale: I termini sono quelli predeterminati dalla legge per le revisioni elettorali
  • Ufficio Competente: Ufficio Elettorale - Cem
  • Responsabile procedimento: Panico Maria Rosaria
  • Silenzio assenso: No

Descrizione

I Cittadini di uno Stato membro dell’Unione Europea residenti in Italia che ivi intendano esercitare il diritto di voto alle elezioni del Parlamento europeo, devono presentare, al Sindaco del comune di residenza, entro e non oltre il novantesimo giorno anteriore alla data fissata per le consultazioni, domanda di iscrizione nell’apposita lista aggiunta istituita presso il predetto comune.

Requisiti richiesti:

possesso della capacità elettorale ;

maggiore età (non inferiore a 18 anni);

iscrizione nell’anagrafe della popolazione residente nel Comune di Tricase.

 

 

Alla domanda dovrà essere allegata copia, anche non autenticata, di un documento di identità valido.

Pervenuta la domanda il Comune compie l’istruttoria per verificare l’assenza di cause ostative.

Nel caso in cui vi sono tutti i requisiti previsti dalla legge, si provvede all’iscrizione nelle liste elettorali aggiunte con la prima revisione dinamica utile.

Il Comune darà tempestiva comunicazione sull'esito della domanda.

In caso di accoglimento, l'interessato riceverà la tessera elettorale, con l'indicazione del seggio ove potrà recarsi a votare. Il voto potrà essere espresso in questo caso solo per i Rappresentanti dell’Italia in seno al Parlamento Europeo.

I Cittadini dell’Unione Europea inclusi nella lista elettorale aggiunta vi restano iscritti fino a quando non chiedano di essere cancellati o fino a che non siano cancellati d’ufficio.

 

Si rammenta che gli iscritti nella lista aggiunta in occasione delle precedenti elezioni europee possono esercitare il diritto di voto per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia senza dover presentare una nuova istanza.

Contro la mancata iscrizione nella lista elettorale aggiunta può essere proposto ricorso secondo la normativa vigente.

Il provvedimento negativo indica l’organo al quale il ricorso va proposto e il relativo termine.

 

Normativa di riferimento:

Decreto – Legge 24 giugno 1994 n.408, convertito con modificazioni dalla legge 5 agosto 1994 n.483

Legge n.128 del 24 aprile 1998

Cosa fare

Il cittadino dell’Unione Europea residente in Italia che intende esercitare il diritto di voto previsto dal Decreto – Legge 24 giugno 1994 n.408, convertito con modificazioni dalla legge 5 agosto 1994 n.483 e dalla legge n.128 del 24 aprile 1998 , in occasione delle consultazioni per il rinnovo del Parlamento Europeo (voto che può essere espresso solo per i membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia), deve compilare e firmare apposita istanza (utilizzando lo schema di domanda plurilingue che il Ministero dell'Interno predispone ogniqualvolta vi sono elezioni per il rinnovo del parlamento europeo; modulo che potrà essere reperito anche presso l'Ufficio Elettorale comunale), allegando fotocopia non autenticata del proprio documento d’identità in corso di validità e presentarla all’Ufficio Protocollo del Comune di Tricase (sito nella Sede Municipale di Palazzo Gallone ed aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12 e il giovedì pomeriggio dalle ore 16 alle ore 18 – tel. 0833/777226 – 0833/777215) o spedirla per posta o per PEC a :

protocollo.comune.tricase@pec.rupar.puglia.it

o elettorale.comune.tricase@pec.rupar.puglia.it

 

Ufficio Comunale competente: Ufficio Elettorale - sito nei locali dell’ex Convento dei Domenicani – 1° piano – piazza Giuseppe Pisanelli – aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 e il giovedì pomeriggio dalle ore 16 alle ore 18 – telefono 0833/777323

e-mail elettorale@comune.tricase.le.it

P.E.C. elettorale.comune.tricase@pec.rupar.puglia.it 

Strumenti di tutela

Contro la mancata iscrizione nella lista elettorale aggiunta può essere proposto ricorso secondo la normativa vigente. Il provvedimento negativo indica l’organo al quale il ricorso va proposto e il relativo termine.

Documenti e link

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su