Aspettativa non retribuita per mandato amministrativo

Descrizione

Il dipendente comunale che riveste cariche quale amministratore di enti locali può chiedere di essere collocato in aspettativa non retribuita per tutta la durata del suo mandato amministrativo.

La materia è regolata dall’articolo 81 del decreto legislativo n.267 del 18 agosto 2000.

 

                                "Art. 81

                              Aspettative

1.I sindaci, i presidenti delle province, i presidenti dei consigli comunali e provinciali, i presidenti dei consigli circoscrizionali dei comuni di cui all’articolo 22, comma 1, i presidenti delle comunità montane e delle unioni di comuni, nonché i membri delle giunte di comuni e province, che siano lavoratori dipendenti possono essere collocati a richiesta in aspettativa non retribuita per tutto il periodo di espletamento del mandato. Il periodo di aspettativa è considerato come servizio effettivamente prestato, nonché come legittimo impedimento per il compimento del periodo di prova. I consiglieri di cui all’articolo 77, comma 2, se a domanda collocati in aspettativa non retribuita per il periodo di espletamento del mandato, assumono a proprio carico l’intero pagamento degli oneri previdenziali, assistenziali e di ogni altra natura previsti dall’articolo 86."

                                  

 

L’Aspettativa viene concessa, se vi sono tutti i requisiti previsti dalla legge, con determina del Responsabile del Settore Amministrazione Generale - Servizi al Cittadino entro 30 giorni dall’acquisizione della domanda

Cosa fare

Il dipendente comunale interessato deve presentare istanza (allegando atto di nomina alla carica amministrativa) all’Ufficio Protocollo (sito nella sede Municipale di Palazzo Gallone – piazza Giuseppe Pisanelli – aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e il giovedì pomeriggio dalle ore 16 alle ore 18 – telefono 0833/777215 – 0833/777226) o spedirla per posta o per fax 0833/777241 o per P.E.C. a protocollo.comune.tricase@pec.rupar.puglia.it

 

Responsabile del provvedimento: dott.ssa Maria Rosaria Panico - Capo Settore Amministrazione Generale - Servizi al Cittadino

Strumenti di tutela

Ricorso al TAR entro 60 gg. o ricorso al Presidente della Repubblica entro 120 gg.

Documenti e link

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su